Home / Blog / Frode e morosità, due problemi che preoccupano le aziende del trasporto in Italia

Frode e morosità, due problemi che preoccupano le aziende del trasporto in Italia

Dopo alcuni anni dall’inizio della crisi, così come riporta la stampa italiana, le difficoltà che stanno attraversando le imprese italiane non sembrano del tutto superate. Molte delle aziende che erano riuscite a far fronte alla crisi economica, si trovano adesso ad affrontare problemi di mancati pagamenti nei confronti dei clienti abituali.

Secondo Coface, leader mondiale nell’Assicurazione dei Crediti, il problema della frode nelle attività commerciali cresce giorno dopo giorno in paesi come l’Italia e la Spagna. Soprattutto in Italia, l’usurpazione dell’identità d’impresa è una problematica che è cresciuto negli ultimi anni.

 Nel caso dell’Italia, secondo quanto indica l’Osservatorio Frodi Creditizie CRIF, questo tipo di truffa è tanto grave da colpire anche il mercato estero, che vive il timore di collaborare con imprese con le quali non si ha certezza di affidabilità.  Se  una frode è stata commessa, infatti, non esiste alcun diritto legittimo di pagamento all’impresa cui è stata usurpata l’identità.

Questo fenomeno colpisce particolarmente il settore del trasporto, in cui è necessario rafforzare le precauzioni e il controllo dell’identità e della serietà del cliente o vettore. Per combattere questo fenomeno, Wtransnet s’impegna sviluppando strumenti che permettono di lavorare in un contesto di sicurezza nella contrattazione dei carichi e dei camion. Wtransnet è inoltre l’unica borsa carichi che offre un servizio di garanzia di riscossione online, che permette di assicurarsi il pagamento delle fatture.

Per questo motivo, Wtransnet promuove in Italia la realizzazione di un network di fiducia e sicurezza, che, come afferma nel suo ultimo numero Il Giornale della Logistica, periodico di riferimento in Italia è “Una delle proposte distintive di Wtransnet per garantire un ambito di lavoro professionale, sicuro e affidabile”.  Wtransnet è pioniera nella creazione di una borsa carichi e camion il cui accesso si può ottenere solo se referenziati. Questa iniziativa ha lo scopo di limitare la sfiducia provocata dai numerosi furti d’identità del trasporto italiano.

Oltre a superare i filtri di qualità del sistema QAP (Quality Assurance Policy), il quale prevede rigidi controlli e verifiche prima dell’accesso, qualsiasi impresa che voglia associarsi deve indicare il nome dell’impresa che già fa parte di Wtransnet e che possa referenziarla e garantirne la professionalità e integrità. Di fatto, come segnala il Giornale della Logistica, durante il 2012 delle 3.400 richieste d’accesso ricevute, solo furono accettate 1.228.

Un altro spazio di massima sicurezza e fiducia è offerto da Cargo plus, la borsa carichi privata, che offre agli associati la possibilità di inserire, come prima opzione, carichi visibili solo ai propri contatti abituali e solo successivamente passare l’offerta nella borsa pubblica, dove comunque si trovano tutte le imprese che hanno superato il sistema QAP.

In entrambi casi si tratta si sistemi con i quali Wtransnet ha trovato il modo di dare risposta alla preoccupazione generale del settore rispetto ai recenti avvenimenti relazionati con il problema della frode e dei furti d’identità.

About mmartinez

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *